Piastrelle esagonali per decorare il bagno e la cucina

Tra le tendenze dell’interior design dell’ultimo periodo ci sono le piastrelle esagonali. Che siano tinta unita, decorate oppure abbinate ad altre forme irregolari per creare effetti geometrici diversi, le piastrelle donano speciali effetti ottici e tridimensionali. Ma se ti stai domandando in quali stanze si possono posare, la risposta è: qualsiasi! Sentirti libero di adottare questo elemento di decoro sia in bagno e perché no, anche in cucina e in camera da letto.

Le moderne mattonelle esagonali in realtà si rifanno sul modello dei rivestimenti utilizzati sin dalla fine del XIX secolo e quelli in voga negli anni ’30, le cosiddette “cementine” in stile liberty e déco. I materiali più comunemente utilizzati per la fabbricazione delle piastrelle esagonali sono:

  • Il gres porcellanato è un materiale ceramico a pasta compatta e dura, vetrificato e quindi riflettente, impermeabile, robusto e inalterabile, ideale per la cucina, il bagno e le pareti esterne;
  • Il cotto, caldo e naturale, è un materiale poroso e delicato nei confronti di sporco e macchie per questo motivo viene spesso smaltato;
  • Il cemento è l’elemento che sta alla base di graniglie, pastine e cementine, prodotti di solito a mano e di conseguenza presentano difformità in colore, dimensione, fessure e spigoli, infatti, solo dopo la posa e asciugatura vengono impermeabilizzate e levigate a specchio.

piastrelle
piastrelle2

PIASTRELLE ESAGONALI PER LA CUCINA

Per la cucina, le ceramiche con disegni grafici e colori che vanno comunemente dal grigio scuro al beige-bianco, sono perfette per ricoprire pareti e pavimenti. Grazie al loro motivo geometrico creano movimento e donano leggerezza all’ambiente. Le piastrelle esagonali per la cucina decorano e impreziosiscono anche la parete dietro la zona operativa, sostituendo i pannelli e facendo da paraspruzzi al fine di proteggere da fumi e sbalzi di temperatura. Se le vuoi utilizzare a pavimento, come delimitatore visivo di uno spazio aperto, separa l’ambiente living in legno con piastrelle esagonali in zona cucina, magari con un tris di colori a composizione.

cucina1

cucina2

PIASTRELLE ESAGONALI PER IL BAGNO

Per il bagno l’idea è quella di creare un pattern personalizzato utilizzando piastrelle poligonali a sei lati di colore neutro e inserendo qua e là una mattonella diversa o decorata. Puoi rivestire con le mattonelle esagonali la superficie del bagno, ce ne sono davvero di diverse dimensioni e colori! Un esempio è quello di creare al centro del bagno un pezzo di parete a specchi utilizzando pezzi della stessa forma della mattonella esagonale. Oppure puoi scegliere di applicarle solo nelle zone della doccia o del lavabo. L’effetto a nido d’ape dona un tocco vintage che però si abbina perfettamente anche agli ambienti moderni e arredi minimal.

bagno1
bagno2

Scroll Up