Poltrona Relax: la soluzione per il riposo degli anziani

Con l’avanzare dell’età il corpo richiama necessariamente riposo, in modo da potersi garantire un’esistenza comoda e agevole rispettando le esigenze del proprio fisico. E ve lo dico io, che sono nonno di cinque splendidi nipoti scatenati. Cosa scegliere di meglio se non una bella poltrona motorizzata, che ti dà il giusto sostegno mentre sei immerso nella lettura di un quotidiano, e ti aiuta a rimetterti in piedi senza troppi sforzi. Per un ultraottantenne come me è importante scegliere con cura ciò che mi circonda, preferendo di gran lunga materiali di qualità rispetto all’estetica.

Dopo una lunga giornata trascorsa con i miei nipoti, un paio di ore al circolo degli anziani e altrettante a curare il mio orticello, il mio momento di relax è quando riesco a ritagliarmi del tempo per me stesso e il posto in cui preferisco farlo è senza dubbio nel mio salotto, sulla mia poltrona preferita.

Sono da sempre un lettore incallito, leggo tutto ciò che mi capita: dai romanzi alle biografie di autori sconosciuti. Aver trovato il giusto compromesso tra praticità e comfort per me è stato come vincere al Superenalotto. La poltrona relax ha lo schienale reclinabile, seduta e alza pediera regolabile e un telecomando per scegliere tra le varie funzionalità e inclinazioni. La terza età, si sa, è nemica di agilità e rapidità. La poltrona relax mi permette di alzarmi senza alcuna fatica, sollevandomi con un semplice clic e accompagnandomi in tutta sicurezza, senza dover chiedere aiuto.

poltrona3

Sono molto grato di questi progressi tecnologici, altrimenti non sarei qui a parlarvi della mia poltrona motorizzata con sistema alzapersona. Si abbina perfettamente all’arredamento del mio salotto, che è in stile classico, scelto da mia moglie. Tra le caratteristiche che ho considerato prima dell’acquisto ci sono state sicuramente:

  • un sedile ampio con poggia reni per garantirmi la comodità e la postura corretta, evitando il più possibile dolori muscolari e articolari;
  • i braccioli a cui appoggiarsi, che siano robusti e resistenti in modo da poter appoggiare le braccia e attenuare la tensione del collo;
  • lo schienale alto, che mi permetta il giusto appoggio alla spina dorsale;
  • il poggiatesta e la pediera reclinabili, utili per riposare in posizione semi sdraiata e distendere l’intero corpo.

Al momento dell’acquisto avrei potuto scegliere la versione con lo schienale massaggiante e riscaldante, ma ai tempi avevo deciso di ripiegare sul modello più tradizionale, che mi aiutasse nei movimenti e mi regalasse momenti di vero relax. Tra poco è il mio compleanno, chissà che magari a qualcuno venga in mente di regalarmela…

poltrona2

Scroll Up