5 tipi di tende particolari per la tua cucina

La cucina è da sempre considerata un luogo conviviale, dove famiglia e amici si riuniscono intorno a un tavolo per pranzare e passare del tempo insieme. Questo però non significa che debba per forza essere tutta bianca o nera: l’importante è che sia uno spazio armonioso e, perché no, pieno di colore. Tra gli elementi che arredano di più una cucina ci sono anche le tende… sei d’accordo?

Le tende in cucina devono in primis risultare pratiche, non troppo sfarzose ma funzionali al loro scopo: regolare l’intensità della luce naturale e proteggere la privacy familiare. Per evitare che le tende in cucina si sporchino facilmente è importante non fare scelte scontate riguardo tessuti, materiali e colori. Il colore dovrebbe essere in armonia con il resto dell’arredamento preferibilmente chiaro in modo da non oscurare troppo la stanza; il tessuto, leggero e facile da lavare. Questo non vuol dire però che dovete per forza ricadere nelle soluzioni classiche, se cercate delle tende particolari per la cucina date un occhio a questa lista:

1. Tende a pannello

Trend del momento, le tende a pannello sono costituite da due o più pannelli di stoffa dove sul fondo c’è un peso che tiene il tessuto dritto. Molto richieste nelle cucine dotate di porta finestra perché non intralciano apertura-chiusura dell’infisso. Applicate in special modo nelle vetrate più ampie, la scelta diventa ampia in base a tipo e stile: ricamato, con stampe, diverse stoffe, mono o bicolore graduato.

pannello

2.Tende classiche

Le tende classiche sono il modello di tenda più conosciuto, ovvero quelle arricciate. Spesso sono inserite in un binario o appese attraverso un bastone attaccato al soffitto o al muro adiacente la finestra. Il tipo di tessuto in questo caso determinerà il grado di arricciatura che può essere a pieghe baciate, fisse o a nuvola. In cucina è meglio prediligere colori chiari e tenui in tessuti leggeri.

classiche

3. Tende a vetro

La particolarità delle tende a vetro sta che non intralciano l’apertura dei battenti. Utili soprattutto in quei casi in cui la finestra sta sopra il piano di lavoro della cucina. In questa tipologia ci sono i modelli di tenda veneziane, classico, a pacchetto semplice o arricciato e le cosiddette café curtains degli anni ‘50 a mezza finestra.

pannello2

4. Tende veneziane

I listelli delle tende veneziane sono di diversa lunghezza e altezza e si adattano alle dimensioni della vetrata. Inoltre, possono essere in alluminio, plastica o legno e in conseguenza una enorme varietà di colori. Sono pratiche, ingombrano poco e sono facili da pulire. Le lamelle si impacchettano verso l’alto e girano su sé stesse, regolando la quantità di luce nella stanza. Di ultima tendenza, ci sono le veneziane inserite nella vetrocamera dell’infisso: azionabili elettronicamente, non c’è nemmeno da preoccuparsi della pulizia e manutenzione perché si trovano tra i due vetri della finestra.

veneziane

5. Tende a pacchetto

Muovendosi verticalmente, la tenda si impacchetta attraverso fili invisibili inseriti nel tessuto. Possono essere tende a pacchetto liscio o a palloncino (più indicato per lo stile romantico e shabby chic). Adatte perlopiù in cucine particolarmente piccole, occupano pochissimo spazio. Rigide o plissettate, potrai scegliere quella che più si adatta al tuo gusto!

pacchetto1pacchetto2

Scroll Up